La scelta del broker

Chi inizia nel mondo del trading dedica di solito molto tempo alla scelta del broker, a volte più di quello che merita. Certamente ci sono alcuni aspetti da considerare ma per semplificarsi la vita ci si può affidare o al consiglio di amici o a siti affidabili (come ad esempio forexpeacearmy.com) che offrono ratings e segnalano i brokers truffaldini.

Personalmente i requisiti che cerco in un broker sono:

  • il ventaglio degli strumenti (forex, azioni, indici, criptovalute, ecc)

  • un servizio di supporto efficiente

  • ampie modalità di versamento e prelievo

  • offerte formative, plugins, quant’altro possa aiutare il cliente a fare profitti

  • spreads competitivi

  • la possibilità di scegliere la leva del conto o la disponibilità di leve attorno a 1:30 (quando ho iniziato  molti anni fa quasi tutti i brokers offrivano leve molto alte. Oggi con l’evoluzione della regolamentazione europea le cose sono un pò cambiate ma le leve elevate sono ancora facilmente disponibili. Da questo tipo di conti vi consiglio di stare alla larga per il semplice motivo che leve elevate aumentano la probabilità di bruciare il proprio conto di trading.

  • il rispetto di regolamentazioni nazionali e/o internazionali quali FCA, ASIC, CySEC, AFSL, CONSOB, ecc

Ho avuto esperienza personale con almeno una decina di brokers.

Due brokers con i quali non ho avuto problemi sono Pepperstone (Australia) e Dukascopy (Svizzera), ma il broker con il quale mi sono trovato meglio in assoluto, e del quale sono cliente da molti anni è Admiral Markets..

CRYTO-TRADER?

Per chi invece è appassionato del mondo delle criptovalute e vuole provare una piattaforma affidabile e piena di funzionalità, accompagnata da una community divertente e preparata, non posso che consigliare Kucoin, con il quale sto avendo ottimi risultati. Vi lascio qui sotto, cliccando sull'immagine, il link per registrare un account su Kucoin.

            Se i termini che ho usato non ti sono familiari perché sei alle prime armi, non ti preoccupare.

            Le persone che non hanno ancora preso brutte abitudini di trading possono, se correttamente istruite, avere risultati migliori di persone con esperienza ma con un approccio sbagliato.